I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra.
Maggiori informazioni

Ok
  • Le String-Plates sono di facile uso?

    Sì, il montaggio è più facile a farsi che a dirsi! È sufficiente leggere una volta la pagina di istruzioni.

  • Le String-Plates possono essere utilizzate con qualsiasi tipo di corda?

    Tutte le corde per chitarra classica sono compatibili con le String-Plates.

  • La mia chitarra ha un foro singolo e ho sempre fatto il nodo tradizionale: posso montare le String-Plates?

    Sì, non è richiesta alcuna modifica allo strumento e in qualsiasi momento è possibile tornare alla legatura tradizionale.

  • Qual'è la maniera migliore per montare le String-Plates?

    Il procedimento per montare le String-Plates è il medesimo che si utilizza per cambiare le corde: sostituire una corda alla volta e accordarla prima di sostituire la corda successiva. In questo modo lo strumento viene stressato il minimo possibile.
    Nelle istruzioni viene mostrata la maniera migliore di annodare la corda.

  • Come posso evitare che la corda, sganciandosi, danneggi il piano armonico?

    Nella legatura tradizionale la corda facilmente può slegarsi da sola, seguendo un movimento che infligge un violento colpo di frusta sul piano armonico con conseguenti gravi danni.
    Le String-Plates risolvono questo problema.

    frustata

  • La mia chitarra ha il doppio/triplo foro: posso montare le String-Plates?

    Sì, utilizzando il foro principale. Non è richiesta alcuna modifica allo strumento e in qualsiasi momento è possibile tornare alla legatura usuale.

  • Che cos’è l’angolo cordiera-osso del ponte? In che maniera le String-Plates non lo alterano?

    È l’angolo che la corda forma dal punto in cui esce dalla cordiera al punto in cui appoggia sull’osso. Le String-Plates lo lasciano intatto come da foto:

    bridge

  • Il doppio foro non risolve già questi problemi?

    Risolve solo il problema dell’angolo, non risolve la frustata sul piano armonico (anzi, talvolta l’accentua) ed esteticamente è simile alla legatura tradizionale.

    bridge

  • Il triplo foro non risolve già questi problemi?

    Risolve il problema dell’angolo, il problema estetico, e quasi totalmente il problema della frustata.
    Per contro:
    - va realizzato in fase di costruzione
    - può anche essere realizzato su uno strumento nato col singolo o col doppio foro, ma solo da un liutaio esperto
    - comporta un intervento non reversibile sul ponte (in caso di strumento storico non è consigliabile)
    - il montaggio delle corde non è agevole.

  • Le String-Plates hanno una durata?

    Come tutto in natura, ovviamente sì! :)
    Sono costruite in una lega di alluminio molto resistente e leggera. La corda che le può usurare maggiormente è la sesta e, in generale, le tre corde rivestite. Ci sono chitarristi in attività che usano le stesse String-Plates ininterrottamente da 15 anni. Un set è composto da 6+2 String-Plates: diciamo che la durata non costituisce un problema!

  • Le String-Plates, aggiungendo peso al ponte, modificano il suono della chitarra?

    Il peso di 6 String-Plates è di gr. 0,72 da cui vanno sottratti gr. 0,37 di corde (la legatura con le String-Plates richiede meno corda della legatura tradizionale), quindi il peso totale aggiunto è di gr. 0,35, equivalente a un quadrato di cm. 6,5 di lato di carta standard da 80 gr.

    bridge

  • Come sono nate le String-Plates?

    L’idea delle String-Plates nacque nel 1995 al liutaio Luca Waldner, ma solo nel 1997 presero forma nella loro versione attuale. Da allora sono utilizzate su tutti i suoi strumenti. Furono sviluppate per rispondere ai problemi che la legatura tradizionale della corda poneva.